Dacia Duster 1.5 dCi 4×4 e 4×4 Nissan Juke 1.6 Turbo

Dacia Duster 1.5 dCi 4x4 e 4x4 Nissan Juke 1.6 TurboDacia Duster 1.5 dCi 4x4 e 4x4 Nissan Juke 1.6 TurboDacia Duster 1.5 dCi 4x4 e 4x4 Nissan Juke 1.6 TurboDacia Duster 1.5 dCi 4x4 e 4x4 Nissan Juke 1.6 Turbo

In un epoca attuale in cui il pensiero globale prevale e dove, dal il risparmio energetico e l'inquinamento, ora emergere ogni giorno come valore più prezioso per gli esseri umani, anche lì produttori che, a volte, Essi deviare dal percorso. Si può anche condizionata in gran parte da sinergie di gruppo e capacità di investimento, ma contribuendo alla fine segmenti di aria fresca anche oggi corsetto.

Dacia e Nissan sono buoni esempi con il loro nuovo Juke e Duster. Nessuno dei due ha lavorato aerodinamica, o nuovi sistemi per guadagnare efficienza, sviluppi o cambiare allungato ai minori consumi ... come oggi è tendenza generale nel settore. Al contrario, qui il la spesa Highway è alto (Anche Dacia Duster Diesel sesta marcia è praticamente un quarto livello normale di utilità tipo ecologico Seat Ibiza) Perché, in pratica, non rifuggire ma lontano dal loro ambiente naturale superstrade prolifici già allagate con sempre più corsie nostra geografia.

E anche fornendo disegni e molti modi diversi per stabilire comuni: più "chic" e rischiato la Nissan Juke competere con grandi multi-purpose, più robusto Campero e la Dacia Duster per affrontare il piccolo SUV. E, in fondo, anche entrambi con importanti linee comuni. Come la base: la stessa e personalizzabile Renault piattaforma di gruppo B. Di uscire dal suo Clio e Modus, il Nissan Cube e Note o Dacia Logan e Sandero. Lunga e molto vario. Sì, in versione a passo corto della Nissan Juke, ed esteso il più grande Dacia Duster, ma sia anche con la stessa architettura tecnica anche modificando la sua semplice assale torcente posteriore sospensione multilink con elementi derivati ​​da Nissan Murano nelle versioni 4x4.

Sono finiti autostrade e lunghi rettilinei. Nessuno è in seta rodador, o di lunga distanza. Né sono forti nella raffinatezza. La loro è più muscoli. E 'tempo di divertirsi, e la filosofia, gioca strade di accesso. La prima tappa ci porta a collegare tutti i tipi di curve e il primo cambiamento, il flojea Dacia Duster. Per non mostrare i percorsi cattivi, o sconcertato con reazioni pericolose. Infatti, con grande battaglia e la larghezza, guida molto facile. Ma a segnare troppo Improvvisamente il vostro limiti di aderenza. L'indirizzo non è riportato in eccesso pneumatico "stridio" supporto minimo (misto, per inciso, insinuare e intenzioni) e il corpo ondeggia a grandi linee. Bello, ma certamente non vincere un rally ... per quello che sembra essere nato al posto del Nissan Juke.

Aroma e lo sport, dalla progettazione (che, sì, influisce notevolmente uno spazio interno ridotto al contrario Dacia Duster con una grande famiglia centimetri), guida il Nissan Juke come il percorso di avvolgimento. E mentre assaporiamo le loro possibilità non poteva rinunciare, dopo aver guidato prima della sua popolare 1.6 dCi 117 cv e 1.5 110, a salire ora il suo più potente, singola con 4x4 variante: Turbo motore 1.6 190 CV e CVT trasmissione automatica 6 rapporti a variazione continua e predeterminati. Sarà una minoranza, ma un sintomo di appassionata concezione della Nissan ... e la sua messa in scena esclusiva.

Naturalmente, a differenza della Dacia Duster, il segni di buona battistrada Nissan Juke. luce e molto agile, ai comandi è molto veloce, molto diretto e maneggevolezza sportiva impegna reazioni molto forti ... a volte troppo. Preferisce pertanto, asfalto buono, dove la sua ditta sospensioni contenenti migliori movimenti del corpo e segno direzione con grande precisione per ottenere il disegnata in tempo record (anche con un cambio CVT a leva modalità manuale Peccato che non ha con levas- sente molto veloce) per un vertice dove finisce l'asfalto. Il momento di passaggio sulla terra.

La casa strada è semplice. e il Nissan Juke impone motore. Piuttosto elevato, sembra un roadrunner avanzare modalità 4x4 inarrestabile finché la strada si restringe e scarpata. Perché, nonostante il suo aspetto, senza SUV sul mercato come poco headroom (Solo 145 centimetri limitati da molto vicino all'uscita terra), o con così piccolo buffer giro. Presto confina, e noi non sarebbe andato al di là di una pista principale che non è troppo comodo.

Per continuare il tour, mani e piedi ad un Dacia Duster che, nonostante tagliando il suo tronco a 395 dm3 (4x2 mancanza di trasmissione 4x4 elevare a 505 dm3), offre ancora spazio per accogliere tortillas, frigorifero o sedie pieghevoli con scarsa 225 dm3 di Nissan Juke non poteva.

ora, Dacia offre il suo meglio. Non solo un altezza da terra nella sua Duster Toyota Land Cruiser o Land Rover Freelander, ma anche da ampi guidate ammortizzazione "inghiotte" con sorprendente facilità tutti urto o pendenza una modalità 4x4 differenziale centrale bloccaggio e molto campo riduttore, con due primi ingranaggi molto breve (il primo simula sostanzialmente una riduzione).

La Dacia Duster osa quindi alcuna difficoltà, aggrappato alla terra dove anche decisamente e comfort è apprezzato da un indirizzo meno reattivo del Juke. un vero duro che l'impressione di robustezza sempre trasmesso (anche grande "crackles" corpo o cruscotto apprezzata nel trattamento esigente), finisce per infettare un driver ipnotizzato alla sfida: la pietra più irregolare o migliore. Con ruota di scorta convenzionale bene (a differenza l'emergenza Nissan Juke) non deve, sì, dimenticare il buon senso. Robustezza estende anche ad una ampia ma austero interno.

Lontano da un visual Nissan Juke. Questo non manca di grande design (Come ad esempio una console centrale che imita il serbatoio di una moto e arazzi suggestivi), una buona e corrente di attrezzature (accesso / accensione senza chiave, volante multifunzione, connessione USB, navigatore, Bluetooth, cruise control ...) o emotivi strizzatine d'occhio, come sistema di controllo dinamico di scegliere tra guida "Normal", "Sport" e "Eco" (Con piccole differenze apprezzabili nella pratica) o un nuovo grafico per osservare la distribuzione della coppia di trazione continua tra assi e di ruote (come un X6 BMW).

- Come sono

In un epoca attuale in cui il pensiero globale prevale e dove, dal il risparmio energetico e l'inquinamento, ora emergere ogni giorno come valore più prezioso per gli esseri umani, anche lì produttori che, a volte, Essi deviare dal percorso. Si può anche condizionata in gran parte da sinergie di gruppo e capacità di investimento, ma contribuendo alla fine segmenti di aria fresca anche oggi corsetto.

Dacia e Nissan sono buoni esempi con il loro nuovo Juke e Duster. Nessuno dei due ha lavorato aerodinamica, o nuovi sistemi per guadagnare efficienza, sviluppi o cambiare allungato ai minori consumi ... come oggi è tendenza generale nel settore. Al contrario, qui il la spesa Highway è alto (Anche Dacia Duster Diesel sesta marcia è praticamente un quarto livello normale di utilità tipo ecologico Seat Ibiza) Perché, in pratica, non rifuggire ma lontano dal loro ambiente naturale superstrade prolifici già allagate con sempre più corsie nostra geografia.

E anche fornendo disegni e molti modi diversi per stabilire comuni: più "chic" e rischiato la Nissan Juke competere con grandi multi-purpose, più robusto Campero e la Dacia Duster per affrontare il piccolo SUV. E, in fondo, anche entrambi con importanti linee comuni. Come la base: la stessa e personalizzabile Renault piattaforma di gruppo B. Di uscire dal suo Clio e Modus, il Nissan Cube e Note o Dacia Logan e Sandero. Lunga e molto vario. Sì, in versione a passo corto della Nissan Juke, ed esteso il più grande Dacia Duster, ma sia anche con la stessa architettura tecnica anche modificando la sua semplice assale torcente posteriore sospensione multilink con elementi derivati ​​da Nissan Murano nelle versioni 4x4.

Grande consenso popolare. Sia la Dacia Duster e la Nissan Juke è già posizionati come i modelli più venduti nelle rispettive categorie ogni modo. Due proposte originali intrapreso una grande avventura ... a che ora abbiamo ottenuto noi.

Sono finiti autostrade e lunghi rettilinei. Nessuno è in seta rodador, o di lunga distanza. Né sono forti nella raffinatezza. La loro è più muscoli. E 'tempo di divertirsi, e la filosofia, gioca strade di accesso. La prima tappa ci porta a collegare tutti i tipi di curve e il primo cambiamento, il flojea Dacia Duster. Per non mostrare i percorsi cattivi, o sconcertato con reazioni pericolose. Infatti, con grande battaglia e la larghezza, guida molto facile. Ma a segnare troppo Improvvisamente il vostro limiti di aderenza. L'indirizzo non è riportato in eccesso pneumatico "stridio" supporto minimo (misto, per inciso, insinuare e intenzioni) e il corpo ondeggia a grandi linee. Bello, ma certamente non vincere un rally ... per quello che sembra essere nato al posto del Nissan Juke.

Aroma e lo sport, dalla progettazione (che, sì, influisce notevolmente uno spazio interno ridotto al contrario Dacia Duster con una grande famiglia centimetri), guida il Nissan Juke come il percorso di avvolgimento. E mentre assaporiamo le loro possibilità non poteva rinunciare, dopo aver guidato prima della sua popolare 1.6 dCi 117 cv e 1.5 110, a salire ora il suo più potente, singola con 4x4 variante: Turbo motore 1.6 190 CV e CVT trasmissione automatica 6 rapporti a variazione continua e predeterminati. Sarà una minoranza, ma un sintomo di appassionata concezione della Nissan ... e la sua messa in scena esclusiva.

Naturalmente, a differenza della Dacia Duster, il segni di buona battistrada Nissan Juke. luce e molto agile, ai comandi è molto veloce, molto diretto e maneggevolezza sportiva impegna reazioni molto forti ... a volte troppo. Preferisce pertanto, asfalto buono, dove la sua ditta sospensioni contenenti migliori movimenti del corpo e segno direzione con grande precisione per ottenere il disegnata in tempo record (anche con un cambio CVT a leva modalità manuale Peccato che non ha con levas- sente molto veloce) per un vertice dove finisce l'asfalto. Il momento di passaggio sulla terra.

La casa strada è semplice. e il Nissan Juke impone motore. Piuttosto elevato, sembra un roadrunner avanzare modalità 4x4 inarrestabile finché la strada si restringe e scarpata. Perché, nonostante il suo aspetto, senza SUV sul mercato come poco headroom (Solo 145 centimetri limitati da molto vicino all'uscita terra), o con così piccolo buffer giro. Presto confina, e noi non sarebbe andato al di là di una pista principale che non è troppo comodo.

Per continuare il tour, mani e piedi ad un Dacia Duster che, nonostante tagliando il suo tronco a 395 dm3 (4x2 mancanza di trasmissione 4x4 elevare a 505 dm3), offre ancora spazio per accogliere tortillas, frigorifero o sedie pieghevoli con scarsa 225 dm3 di Nissan Juke non poteva.

ora, Dacia offre il suo meglio. Non solo un altezza da terra nella sua Duster Toyota Land Cruiser o Land Rover Freelander, ma anche da ampi guidate ammortizzazione "inghiotte" con sorprendente facilità tutti urto o pendenza una modalità 4x4 differenziale centrale bloccaggio e molto campo riduttore, con due primi ingranaggi molto breve (il primo simula sostanzialmente una riduzione).

La Dacia Duster osa quindi alcuna difficoltà, aggrappato alla terra dove anche decisamente e comfort è apprezzato da un indirizzo meno reattivo del Juke. un vero duro che l'impressione di robustezza sempre trasmesso (anche grande "crackles" corpo o cruscotto apprezzata nel trattamento esigente), finisce per infettare un driver ipnotizzato alla sfida: la pietra più irregolare o migliore. Con ruota di scorta convenzionale bene (a differenza l'emergenza Nissan Juke) non deve, sì, dimenticare il buon senso. Robustezza estende anche ad una ampia ma austero interno.

Lontano da un visual Nissan Juke. Questo non manca di grande design (Come ad esempio una console centrale che imita il serbatoio di una moto e arazzi suggestivi), una buona e corrente di attrezzature (accesso / accensione senza chiave, volante multifunzione, connessione USB, navigatore, Bluetooth, cruise control ...) o emotivi strizzatine d'occhio, come sistema di controllo dinamico di scegliere tra guida "Normal", "Sport" e "Eco" (Con piccole differenze apprezzabili nella pratica) o un nuovo grafico per osservare la distribuzione della coppia di trazione continua tra assi e di ruote (come un X6 BMW).

- Come sono