test classico: Seat 124 FL, il replicante

test classico: SEAT 124 FL il replicantetest classico: SEAT 124 FL il replicantetest classico: SEAT 124 FL il replicantetest classico: SEAT 124 FL il replicante

Se 1977 è ricordato sempre come l'anno dei "taxi" di sede a Monte Carlo, a livello nazionale, non è cominciato un modo così fruttuoso, dal momento che nel Campionato di Spagna, dopo le pensioni di Rally Costa Brava, nel Guillerias e Firestone, Antonio Zanini, Salvador Cañellas e Carlos Trabado erano in fondo alla classifica.

"Beny" Fernandez con una Ford Escort, Jorge de Bagration una Lancia Stratos e Marc Etchebers una Porsche Carrera erano diventati uomini avversari di seduta difficile. Gruppo 4 era obbligatorio nei rally internazionali, ma quelli di Spagna potrebbe essere allineato gruppo, 5 ulteriormente sviluppato. Così, entro la fine dell'anno, Seduta migliorata e fiabilizó sua 124 "Proto" Io, nato alla fine degli anni 1976 fornito come motore Fiat di 2.090 cc origine"Con un caratteristiche simili a quelle di un motore di camion, sia coppia che aveva" ... secondo le parole di Vicente Aguilera, direttore tecnico al momento.

SEAT 124 FLEquipaggiata con una sospensione posteriore dal indipendenti Spyder italiano Abarth e alleggerito e rinforzato con le porte posteriori corpo saldati, il "Super" 124 era anche il "Swansong" Seat Productions concorrenza in Spagna. vittorie Zanini il volante sul 2000 di svolta, la Catalogna e la Costa del Sol, che ancora una volta danno la vittoria nel Campionato.

Tre decenni più tardi, a Granada, il giovane imprenditore Carlos Garcia Moreno Volevo avere una macchina così (Di cui sono state effettuate solo due copie) e, sulla base di uno standard come corpo 124 fatta sede Competition- saldatura delle porte posteriori e flap e spoiler ricreando loro fibra, ha lasciato esteriormente identico a Gr.5 Zanini. Questo lavoro ha molti meriti, come il giovane Grenadian aveva alcuna documentazione ufficiale e sede Ho dovuto lavorare "a occhio", "orecchio" e solo con le foto di vecchie riviste. Pittura, decorazione, tra cui adesivi pubblicitari sono identici agli originali. Si tratta di un chiaro esempio di "se si vuole, è possibile".


Io ero l'unico giornalista (quindi anche un pilota) che ha testato la 124 Sedile Proto dopo la sua vittoria al Rally Costa del Sol 1977. Ora ero di nuovo a lui, anche se era una replica. Lo spoiler e prese d'aria anteriori cofano motore (leggermente più grande) sono come quella ultima vettura da rally (le gonne cambiato molto). Cibie posizionando i fari supplementari è anche esattamente

Come nella sede ufficiale. Così, esteriormente, anche nei piedini in gomma quadrati che hanno reso paraurti posteriore mestiere, tutto ciò ci ricorda che auto storiche.

Carlos sta ancora lavorando misura -come lontano possibile nella parte meccanica, un 16 valvole ed un assale posteriore indipendente; ma per il nostro test, ancora indossando il 1.919 cc è montato dotata di un doppio carburatore orizzontale Weber 40 mm. Il cambiamento è stato un VL Motorsport Repubblica a sei marce denti dritti, che ha funzionato molto meglio di quanto la scatola originale 124 Abarth Proto; almeno era più piacevole e meno difficile da gestire.

All'interno della Grenadian Proto è molto poco modificato, ma l'originale era molto vicino alla serie, tranne per l'attuazione di due tripmaster Halda per il passeggero. Tapestry è stato commissionato, con grande acierto di-compagno di Carlos, María José Montalbán. Il volante è regolabile in altezza e viene pompato al pilota, mentre l'originale era piatta. Mi ricordo quando ho guidato in 124 Zanini fu sorpresa quanto vicino alla ruota motrice catalano e, per provarlo, ho capito subito: con pneumatici larghi 9 "pollici senza servosterzo, al raggiungimento di una forcella dovuto" rotolare le maniche ". Quella macchina girava compagnia dei Titani. Fortunatamente, il moderno ha le ruote strette.

SEAT 124 FLIl freno a mano è ancora lo standard, anche se ci si aspettava di adottare un idraulico, simile al 124 Proto originale. Da parte sua, il rollbar IRESA erano imbullonati contro il modello ufficiale, che sono stati saldati. Ricordo anche che quando ho provato l'originale Proto 124, la coppia era sorprendente: potrebbero prendere le forche anche in terza marcia con un regime utile tra 5.500 e 7.500 giri. Nella sezione di potenza, tuttavia, come ha fatto un rally sopra, la sua 210 CV teorica sembrava una figura troppo ottimista. Il motore del nostro Proto moderna è stato dotato di due litri di sopra della carburazione generosa (anche l'originale Weber aveva che 45), che ha lavorato molto bene e liscia avviamento o accelerazione; anche se dato il nostro sito di prova ai piedi della Sierra Nevada, la cementazione

risentito la vettura e non dare tutto il possibile potere avvolgimento. Va notato che 1977 uomini di seduta hanno avuto così tanti problemi per iniziare l'alta compressione del motore, che Aguilera montato due batterie per fornire energia sufficiente per il motorino di avviamento. Mi ha anche ricordato di quando mi sono imbattuto con sede ufficiale a Ypres e Portogallo. Vicente Aguilera che abbiamo usato per insistere di non usare il cambiamento per rallentare"Per frenare i freni non sono il cambiamento ...".

Tuttavia, a 124 Proto, piccoli dischi in cerchi da 13 pollici lavorato davvero male e spesso ha dovuto ricorrere a fermare il freno motore. In macchina della nostra prova in una zona molto selvaggia della Sierra Nevada e in discesa, i freni (pur avendo dischi anteriori ventilati e posteriori) funzionato come nel modello originale, così abbiamo dovuto anticipare abbastanza frenata e sostenerle con efficacia Repubblica cambio a sei marce. In breve, una macchina la cui realizzazione li fa sentire curati per la propria illusione di guida di un pezzo con una grande storia alle spalle.

Una storia che è il culmine della Seat avventura in Spagna Rally Championship.

TECNICA

motore:

4 cilindri in linea, blocco Fiat e testata in alluminio 16 valvole. ALBERO MOTORE cinque supporti. pistoni forgiati. Raffreddamento radiatore olio liquido e supplementari. Montaggio: anteriore longitudinale. Cilindrata: 2.090 cc. Compressione: 12: 1. Potenza massima: 210 CV a 7.500 giri. Distribuzione: due alberi a camme in testa del cilindro. cinghia di distribuzione. pulegge regolabili. Quattro valvole per cilindro. Alimentazione: Due 45 carburatori Weber doppio corpo orizzontali. pompa elettrica. Raffreddamento: due circuiti acqua e olio con due ventole automatiche. Equipaggiamento elettrico: Due batterie da 12 volt. Accensione: elettronica Magnetti Marelli.

trasmissione:
Alle ruote posteriori. Box Abarth cinque marce avanti a denti diritti, senza sincronizzatori. Frizione: Sachs Bidisco ceramica. Autoblocante ZF tarata 75%, con terminale 9/40.

cornice:
Autoportante monoscocca acciaio centina origine 124. sei punti e rinforzi strutturali. Sospensione anteriore: triangoli sovrapposti con molle elicoidali, ammortizzatori telescopici e barra stabilizzatrice Record 21 mm. Sospensioni posteriori ruote indipendenti schema McPherson con triangoli inferiori, superiore ammortizzatore posteriore di montaggio (taglio e Coso) e barra stabilizzatrice 12 mm.


freni
:
dischi anteriori ventilati con pinze a quattro pistoncini Lockheed. dischi pieni pinze posteriori ATE. freno a mano idraulico con due piccole pillole indipendenti dietro.


indirizzo
:
Zip. Derivato Fiat 131, con nove invece di sei denti.


ruote
:
cerchi in lega targa 9 x 13 "x 13 avanti e 10" dietro. Pneumatici: Michelin 18/53/13 e 24/53/13.

Serbatoio carburante: 55 litri.

peso: 990 kg.