Auto per il ricordo: Alfa Romeo 75 V6 QV

Alfa Romeo 75 V6 QV, un classico indimenticabileAlfa Romeo 75 V6 QV, un classico indimenticabileAlfa Romeo 75 V6 QV, un classico indimenticabileAlfa Romeo 75 V6 QV, un classico indimenticabile

Come le casse di Alfa Romeo non camminavano troppo vivace, quando sviluppare sostituto Giulietta berlina hanno deciso di sfruttare la sua struttura e mantenendo lo stesso passo. Al contrario, il nuovo modello avrebbe sporgenze più a lungo e dal suo lancio avrebbe avuto non solo la biárbol motori tradizionali marchio, ma anche la potenti V6 2,5 litri e un turbodiesel sacrílego 2 litri e da 95 CV, forniti dalla società italiana VM.

Alfa Romeo 75 V6 QVPer evidenziare in vista laterale anteriore e posteriore alto verso il basso, Ermanno Cressoni usato un dettaglio estetico che personalizza lo stile di questo Alfa Romeo 75, con aggiunta nell'intervallo di una striscia di materiale plastico grigio lungo il corpo. Ma nella sua prima serie questo modello ha incontrato una battuta d'arresto, da quando è stato concepito come non poteva esportare verso l'appetitoso mercato statunitense. Dovuto creare un paraurti conforme al diritto statunitense, motivo altri diseñasen ingombranti e provvisto di soffietti laterali che aumentano la lunghezza del corpo di 90 millimetri e, a sua volta, assorbire senza deformazione urto prodotta a velocità fino a 8 km / h.

Alfa Romeo 75 V6 QV: tecnica

In aggiunta a questi paraurti installati dal 1987 nelle unità destinate per gli Stati Uniti, dove è stato commercializzato come Alfa Romeo Milano Verde e venduto solo con il motore V6, questa modifica rivelata ideale per distinguere l'Europa come il modello più potente della gamma: l'Alfa Romeo 75 V6 QV. Così, il segno distintivo di cui è stata accompagnata da un'aletines e un presunto aerodinamici pedane ha fatto la differenza, perché è servito per evidenziare il brillante 75 in America, tanto quanto luciese nel cofano del bagagliaio denominazione 75 6V 3.0, piuttosto blando. Al contrario, il sale mettere il suo V6 melodiosa 3 litro ottenere 188 CV e raspato 220 chilometri all'ora di velocità, anche se il corpo ha avuto un coefficiente aerodinamico Cx sciolto 0.40.

Come se ciò non bastasse, America Alfa 75 aveva un livello di frame da meccanico. accanto a Dion assale posteriore efficace, Indossava pneumatici generosi poi misurando 195/60 VR 14 e incorpora un molle posteriori più rigide, ammortizzatori più duro e più spesse barre stabilizzatrici di 22 mm in avanti e 21 indietro. Hanno completato il tutto un 3.2 giri direzione tra tappo e cappuccio, presenze sono così aumentato la velocità, e l'installazione freno basato Brembo quattro dischi, con la parte anteriore ventilato e il sistema ABS opzionale. Anche nella trasmissione alle ruote posteriori aveva cambiamenti dalla incorporato un ZF differenziale autobloccante al 25 per cento e un gruppo posteriore 11/39, che per i colleghi che hanno cercato nel nostro AUTOSTRADA rivista sembrava troppo lungo per oltre 1988, anche con poche strade e il caso di un approccio berlina sportiva.

Alfa Romeo 75 V6 QVAlfa Romeo 75 V6: il motore

Guardando avanti al 1991, quando motori di legame di 2 litri catalizzatore tuviesen empleasen e benzina senza piombo, gli ingegneri Alfa Romeo italiani sono stati costretti a modificare il motore V6. E il risultato è stato impressionante, come il propellente ottenuta catalizzato 192 CV, aggiunto ad una coppia massima di 25,5 mkg a 4.500 rpm. Allo stesso tempo, il gruppo posteriore è stato sostituito da una più breve 11/41, per sfruttare la maggiore potenza e coppia elevata lieve diminuzione basso.

questo V6 3 litro, un po 'meno elastica e più potente, è la versione principale Alfa Romeo 75 V6 Quadrifoglio Verde, presentato in autunno 1990, a cui la copia delle immagini appartiene. Il suo primo proprietario era un ingegnere presso INTA (Istituto Nazionale di Tecnologia aerospaziale) a Madrid, che lo ha trattato con attenzione e ha venduto ben presto il fratello di un meccanico che ha lavorato al laboratorio ufficiale Povedilla, situato nella via omonima Madrid e profonda conoscenza della meccanica del modello. Dodici anni fa ha venduto ad Alessandro, che ha immediatamente provveduto a pulire in profondità e per sostituire i circuiti fluidi lubrificanti, freni e il raffreddamento e lubrificazione del cambio e differenziale.

Copie come questo V6 Alfa 75 QV dimostrano che quando una macchina è curato e rende la manutenzione richiesta, può servire per molti anni e chilometri del solito. nella tempo di prova, suo contachilometri ha mostrato 367,710 km, una cifra di tutto rispetto che sembra incredibile visto nel complesso. In realtà, il suo proprietario era stato il fine settimana precedente in un rally Alfista nel circuito Kotarr, nei pressi di Aranda de Duero, dove ha girato il ritmo veloce che permettono il suo motore e il telaio.

Contemplato ancora immobile, brillare in contrasto con il corpo le ruote Speedline del diametro di 16 pollici e 6.5 pollici di gola. I suoi piedi portano un paio di scarpe pneumatici di misura 205/45, mantenendo lo stesso sviluppo e il suo profilo inferiore fornire aderenza dell'asfalto. Già installato prima del volante in pelle, toccare regolare la posizione del volante altezza e profondità, così come l'angolo distanza sedile e dello schienale, mentre Alejandro punti sopra lo specchietto retrovisore per indicare che, come aeromobili, gli interruttori sono luci interne e comandi alzacristalli elettrici anteriori.

Interni Alfa Romeo 75Strumentazione, come avviene di solito generoso in Alfa Romeo, incline all'ottimismo e scrittura più leggibile in tono bianco, è composto da un tachimetro è laureato a 260 chilometri all'ora, un cuentavueltas striscia rossa che inizia a 5.800 rpm, Refrigerante termometro, manometro olio e livello carburante cui ago non ancora curve. E, nella zona centrale aggiunge un orologio digitale e un controllo centrale.

Alfa Romeo 75 V6 QV: fino

Contatto, avviare e il suono musicale del motore e V6 prende il testimone. Con l'inattività calma, la prima marcia va senza graffiare, il rilascio del freno a mano lo stile aeronautico ed inizia la festa. Anche se il cambiamento richiede una certa calma per passare da una marcia all'altra, la spinta continua del motore rende muovendosi rapidamente l'ago tachimetro nelle tre figure. In un lungo rettilineo, 75 è imballato e il suono d'aria si sente contro il parabrezza e specchi. Tuttavia, voler ridurre un terzo che può raggiungere i 140 chilometri all'ora, per inviare la capacità di musica e l'accelerazione bestiali V6.

Analogamente, nelle curve veloci quadro della presente Alfa Romeo 75 V6 QV obbedisce quanto ordinato dal volante e mostra che questa versione finale sedile tenuto in forte sostegno. Ma se il turno è più contorto, esce un leggero sottosterzo tendenza, il corpo si piega e basta girare la ruota un po 'di seguire il percorso. E se prendiamo il gas in quella situazione, l'assale posteriore è responsabile per la tenuta posteriore e aiuta a completare il turno. A questo proposito, anche coinvolto un cast di masse bilanciate e pneumatici di primo equipaggiamento generosi. Abbiamo cercato di frenare piano energico e siamo rimasti colpiti, perché la risposta è forte e facile da dosare.

Inoltre, Questo Alfa 75 V6 QV ha un equipaggiamento completo e il suo termine è molto attentamente, soprattutto in confronto con il tema in quegli anni caratterizzati le auto italiane. E sempre mantenere l'onore di essere l'ultima berlina Alfa Romeo prima che il marchio è stato assorbito dal Gruppo Fiat. In breve, una vettura sportiva marcata, che gode di piacere di guida quasi come se si trattasse di un vero coupé, ma ha un comodo e spazioso sedile e del tronco presentabile posteriore.

foglio di Alfa Romeo 75 V6 3.0 QV (1991)

motore

6 cilindri a V a 60 gradi

spostamento

2.959 cm3

potere

DIN 192 CV a 6.000 rpm

trasmissione

trazione posteriore

cambiamento

manuale a 5 marce

Largoxanchoxalto

4.42 x 1,66 x 1,40 m

peso

1.250 kg

velocità massima

222 kmh

consumo medio

10.4 l / 100 km

tempi di produzione

1990-1992

prezzo

2000-8900 euro

Si può anche essere interessati a:

Classic da ricordare: Dodge Serra Boulevard

Classic da ricordare: Audi Quattro

Classic da ricordare: Seat 127 e Fura