Citroën Mehari: la più originale todocamino

Citroën Mehari: la più originale todocaminoCitroën Mehari: la più originale todocaminoCitroën Mehari: la più originale todocaminoCitroën Mehari: la più originale todocamino

Ha preso il nome da una specie di dromedario sahariana, era la semplicità e la robustezza fatta auto e, come una curiosità, Non ha mai lasciato i tavoli da disegno Citroen: La sua origine è nella società SEAB (Société d'Exploitation et d'applicazione des Brevet, poi chiamato SEAP) dedicato a lavorare su plastica e che ha prodotto il primo Corpo in ABS, avvitato ad un telaio in acciaio tubolare supportato dalla piattaforma 2CV e Dyane 6.

Presentato al marchio, ha dato il via libera al progetto nel 1968 e il montaggio è inizialmente commissionato un'altra azienda, l'Enac, che già hanno prodotto per i furgoni derivati ​​Citroen 2CV, l'AZU o popolarmente Cirilas.

Il successo commerciale di Méhari costretto a portare la produzione Citroën con i corpi in plastica che sono arrivati ​​da SEAB. così E 'stato montato in alcune fabbriche europee Citroën, tra cui spagnolo Vigo. Sarebbe rimanere sostanzialmente fedele all'immagine originale (quello che i più variare a griglia, i piloti e parabrezza) più di due decenni per la vendita. Il tre iniziali, beige, oro e di colore verde scuro, il colore scelto questo dall'esercito francese, si aggiungerebbero altri come beige chiaro o popolare tra luce arancione e verde più playeros automobili, sempre raggiunto per effetto della colorazione del plastica. C'erano anche blu o grigio, anche altre tonalità di verde come ha usato l'esercito irlandese. il Méhari militari, di cui più di 7.000 sono giunti alla Armée francese, portando un serbatoio del carburante da 5 litri più capace, 25, che in seguito sarebbe stato utilizzato in modelli di produzione.

Alla fine, così come aeratori, riscaldamento, vari pedali o tetto vetroresina, anche Mehari E 'incorporato un più potente di 602 cm3 motore e 28 CV originali, 32 CV. I doppi carburatori reso necessario modificare la cappa, un elemento che è risultato differente nei 4x4 Méhari e l'alloggiamento della ruota di scorta.

con un tetto in tela, porte rimovibili e parabrezza pieghevole, Mehari era, oltre luce, immune alla corrosione il suo corpo. Ha venduto entrambi con quattro posti, e due versione commerciale fino alla loro scomparsa nel 1987.

Teihol, che aveva realizzato per Renault Rodeo, Ha realizzato un progetto con l'approvazione della Citroën, una seconda generazione Méhari. Questa intenzione si riflette nella Tangara 3 CV presentato al Salone di Parigi e, infine, Citroën non ha eseguito, ma ha prodotto fino al 1990. Teihol sono stati utilizzati per i motori AX, così come molte altre parti di entrambi i modelli Citroen e Renault.

anche AWD

Méhari all'interno della famiglia, versione 4x4 E 'la vera perla nera, una rarità perché, anche se si è verificato tra il 1979 e il 1983, quindi, in quattro anni, solo 1.200 unità erano. Oltre al ruota di scorta si trova sulla calotta frontale -la trasmissione Individuare impedita, per esempio, sotto il tallone, anche se ben avrebbe potuto essere verticalmente dietro il sedile del passeggero, come altri distinta Méhari-, soprattutto alla fine della sua vita commerciale, un passaruota e pneumatici più grandi. Anche i fanali posteriori quadrati, non la solita circolare: Acadiane sono stati quelli del furgone Dyane 6. Versione opzionale, è stato griglie di protezione disponibili per i fari.

Le sue dimensioni non sono variate rispetto a Méhari 4x2, che si sono svolte in 3,50 m lungo e 1,53 e 1,54 m, altezza e larghezza, rispettivamente.

il trasmissione, era così marcate differenze meccanicamente, Veniva da Steyr e Aveva una scatola del cambio Esso opera su tre dei quattro velocità, e bloccaggio del differenziale posteriore. il motore era 29 hp, 0,6 litro twin corpo carburatore,

Grazie alla sua leggerezza se il 4x2 pesava 525 kg, 4x4 era il 725- e questa trazione, 4x4 Méhari era un vero SUV e potrebbe superare pendenze fino al 60 per cento, strada, anche se la loro performance è stata un po 'meno. Ad esempio, la velocità periferica è stato ridotto del 10 per cento, a 100 km / h.

L'anti-Méhari Renault

Il successo di Citroën con Méhari non è passata inosservata Renault, che ha cercato di, a soli due anni, per rispondere alla competizione di macchina di plastica. Così, l'iniziativa ha raccolto Raoul Teihol, proprietario di ACL. Questa società ha progettato e proposto alla produzione di Renault di un RODEO anti-Méhari di nome, anche con corpo in poliestere, una resina plastica.

La gamma di Renault RODEO strappò nel 1970 e sarebbe stato più abbondante rispetto al suo vicino francese perché erano state montate le versioni 4 e 6, differenziata, indipendentemente dalle dimensioni lungo -13 cm tra both- motori basati usasen: 0,8 litri di 34 CV, dal R-6; 1.1 o 47 CV, sostituito dal 1980 per 1,3 45, il R-6 e R-5 TL GTL. La piattaforma era sempre van R-4.

Nel 1981 apparve il RODEO 5, sostituzione del precedente due motori 1.1. Egli sarebbe stato costruito sul versione Hoggar, opzionalmente con AWD sviluppato da Sinpar e simile a quella di R-4 4x4. la produzione di Renault si è conclusa nell'ottobre 1986 dopo 60.000 unità.